Tutelare la libertà d’espressione, online come offline, giorno per giorno e Paese per Paese

Davanti ad un Palamandela gremito di ragazzi e ragazze provenienti da tutta la Toscana (quasi 9.000 presenze), il 14° Meeting sui diritti umani ha confermato l’importanza della conversazione continua e della partecipazione diffusa per affermare la libertà di parola a favore di ogni individuo del villaggio globale.

Leggi il seguito

Media e diritti umani: rapporto difficile ma in mutazione positiva

L’informazione mainstream e le tematiche sociali, si sa, hanno da sempre un rapporto “conflittuale”: le notizie che le ONG cercano di “vendere” spesso non sono quello che le grandi testate vogliono “comprare”. Fortunatamente i new media stanno trasformando certe dinamiche e attitudini obsolete.

Leggi il seguito

Voci Globali al XIV Meeting sui Diritti Umani

Giunto alla sua quattordicesima edizione, il Meeting sui Diritti Umani è in programma domani, 9 dicembre, a Firenze. Quest’anno la giornata punta nello specifico alla “Libertà delle idee”, per la difesa della libertà di espressione in Italia e nel mondo. Voci Globali partecipa all’evento con un intervento di Bernardo Parrella e un annesso capitolo del libro-dossier pubblicato per il Meeting e rivolto agli studenti delle scuole secondarie.

Leggi il seguito

America Latina: la presenza cinese è una sfida e un’opportunità

Il commercio tra Cina e America Latina rappresenta il 6% degli scambi totali cinesi, ancora abbastanza ridotto. Nonostante ciò, nel biennio 2008-2009, il tasso di crescita degli import ed export cinesi in America Latina risulta essere il doppio rispetto a quelli con il resto del mondo. L’aumento dei legami commerciali rappresenta allo stesso tempo una sfida e un’opportunità per l’economia dell’area latino-americana.

Leggi il seguito

Una conversazione equosostenibile

Tra le collaborazioni avviate dall’Associazione Voci Globali c’è quella con Zoes.it, il primo social network ideato e sviluppato in Italia con l’obiettivo di favorire stili di vita alternativi e mettere in rete tutte le esperienze basate su prassi economiche sostenibili dal punto di vista sociale ed ambientale. Di recente abbiamo condotto un’intervista al responsabile del progetto, Andrea Tracanzan: nel post riportiamo uno stralcio della conversazione svoltasi.

Leggi il seguito

La biblioteca nascosta…basta un libro per ritrovare la felicità

La giovane afgana Fariba vorrebbe diventare scrittrice, ma l’arrivo dei talebani segna la fine del suo sogno e l’inizio di un lungo periodo di paura e apatia. La vita scorre senza alcuna attrattiva… finché un giorno conosce una donna che le offre un’opportunità unica: entrare a far parte di una rete segreta di donne dedite alla lettura. I libri le restituiscono la felicità e Fariba riacquista quella parte di sé che aveva dovuto abbandonare.

Leggi il seguito

"Il Sangue Verde": intervista con il regista Andrea Segre

In occasione della presentazione del film “Il Sangue Verde” a Torino (lunedì 29 novembre ore 21, CineTeatro Baretti, via Baretti 4), abbiamo realizzato un’intervista con il regista, Andrea Segre. Si parla anche del lancio dell’Osservatorio Braccianti, intervento di “partecipazione anche virtuale per la costruzione di un’arena pubblica più attenta.”

Leggi il seguito

Misurare popolarità e autorevolezza di testate e politici Usa basandosi sui “tweet”

Un gruppo di ricercatori della Hewlett Packard ha svolto uno studio per valutare il peso dei 5 milioni di ‘tweet’ diffusi giornalmente nel rapporto fra popolarità e livello di influenza, rispetto a testate d’informazione e politici d’oltreoceano. I risultati riservano più di qualche sopresa…

Leggi il seguito

A Rosarno ricomincia la stagione delle arance, mentre nulla è cambiato

Sono imminenti le elezioni amministrative a Rosarno, dopo anni di commissariamento per infiltrazione mafiosa. Lo scenario politico locale riflette tuttavia lo stato di crisi economica e degrado in cui continua a versare la città, che fatica a trovare un percorso di rilancio non solo economico ma anche e soprattutto di ordine civile. È intanto ripartita la raccolta degli agrumi: situazione peggiorata per i (pochi) braccianti africani tornati nella Piana.

Leggi il seguito

Le priorità dei “governi”. Il caso del Madagascar

A lungo fuori dal radar mediatico, da due anni sotto il regime militare di Andry Rajoelina, il Paese ha visto l’ennesimo tentativo di golpe nel recente referendum costituzionale. Nel frattempo crescono i problemi, incluso il traffico illegale di legno pregiato e la diffusa povertà. Con un’economia fragile e un patrimonio ambientale ingente ma in grave pericolo, servirebbe maggiore attenzione dalla comunità internazionale e non certo l’alternarsi di repentini rovesciamenti istituzionali.

Leggi il seguito