Uccidere il figlio, “punizione” dettata dall’indigenza

Le punizioni corporali, che in casi estremi portano alla morte, sono molto frequenti in Ghana. Le subiscono bambini di ogni età. Spesso le reazioni violente da parte dei genitori sono dettate da condizioni di povertà e difficoltà quotidiane che rendono i rapporti familiari difficili e alieni da sentimenti di solidarietà e comprensione.

Leggi il seguito

Ghana: troppo povero, torna a scuola a 24 anni

La storia di John Larsey è solo una tra migliaia che non vengono a galla. La storia di bambini costretti a lasciare la scuola e a lavorare, anche in condizioni di semi-schiavitù. Ma Larsey è un esempio anomalo, dopo tanti anni di sfruttamento è tornato a scuola. Ora ha 24 anni e frequenta la quinta delle primarie.

Leggi il seguito