Uzbekistan, un Paese ai confini della storia

Diritti negati, lavoro forzato e una dittatura non “disturbata” dai Paesi occidentali. Breve reportage di Nuccia Decio che ci racconta come si vive in un luogo che molti conoscono solo per le leggende – e vicende – legate alla Via della Seta e alla mitica, ma reale, Samarcanda. E ci fa sapere che alla bellezza fa da contraltare una vita difficile e di sacrifici. Soprattutto per le donne.

Leggi il seguito

Democrazia congelata: un’autopsia della Costituzione islandese

Nonostante il vasto sostegno popolare, l’innovativa proposta di revisione costituzionale in “crowdsourcing” è stata smantellata dal sistema politico. Un’analisi dell’accaduto a cura di un ex-membro del Consiglio costituzionale, che rivela tuttavia anche un certo ottimismo per il futuro .

Leggi il seguito

Europa, quando il “populismo” diventa una minaccia

In Europa ci sono numerosi movimenti politici e personaggi definiti da analisti e mass media “populisti”: poichè queste forze sono spesso ideologicamente e politicamente agli antipodi, etichettarle indiscriminatamente come populiste appare a volte un comodo pretesto per respingere chi sfida le idee del neoliberismo.

Leggi il seguito

Solidarietà, quale rapporto tra sostegno a distanza e migrazione?

“MeltingPot: cittadini del mondo solidali” è il seminario di formazione promosso da ForumSaD tenutosi sabato 8 giugno a Roma. Un incontro mirato ad analizzare il rapporto tra sostegno a distanza e migrazione, un’occasione di confronto e di sviluppo delle conoscenze, di arricchimento personale e sociale.

Leggi il seguito

Occupy Gezi, testimonianza di una giovane italiana

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il resoconto di Chiara Zani, 28 anni, pordenonese che vive e lavora a Istanbul da gennaio 2011, accompagnato dalle immagini di Gianluca Costantini. Se il popolo turco ha deciso di intraprendere una marcia a favore dei propri diritti democratici, ci uniamo all’augurio di Chiara perchè questa marcia prosegua in maniera pacifica e concreta e, come lei, ammiriamo il suo coraggio.

Leggi il seguito

Morire per una causa o essere causa di morte

Nel 2013 sembra che si muoia e si uccida, si uccida e si muoia, “togliersi la vita e quella degli altri” è diventato un modo di dire comune. Una riflessione di Trevor Evans sulla vita, gli ideali e la morte pubblicata originariamente su openDemocracy e da noi tradotta.

Leggi il seguito

Primavera Araba, dall’entusiasmo all’impegno?

Viviana Premazzi presenta una piattaforma online dell’OIM che permette di mettere in rete le due sponde del Mediterraneo e di realizzare microprestiti, donazioni o anche solo scambio di consulenze e servizi tra le diaspore e gli imprenditori (o i futuri imprenditori) nei Paesi di origine.

Leggi il seguito

Euro: un ritorno alle valute nazionali non è la soluzione

Oskar Lafontaine, ex presidente di Die Linke ed esponente della sinistra in Germania, ha lanciato un appello per il ritorno alle valute nazionali. Secondo l’analisi che presentiamo, nonostante la diffusa frustrazione nei confronti dell’euro tale soluzione non è convincente da più punti di vista: economico, politico e morale.

Leggi il seguito

La folle corsa agli armamenti: dai droni ai laser

Gli Stati Uniti, Israele e altre potenze militari proseguono nella ricerca dell’arma perfetta – dai “mezzi aerei senza equipaggio a bordo” alle armi a “energia diretta”, trascurandone le possibili conseguenze. Quasi senza accorgersene, il mondo sta entrando in un’altra stagione della guerra.

Leggi il seguito