Studiare con la testa e con le mani

Come si intrecciano i temi dell’apprendimento di un mestiere e l’avanzare di una generazione di origine straniera? Intercultura, cittadinanza e concetti come lo “ius soli” e lo “ius sanguinis” affrontati in un testo dedicato alle seconde generazioni e al loro vissuto nella società post-industriale.

Leggi il seguito

Elezioni in Israele, tra disincanto e lotta per il cambiamento

Le elezioni del 22 gennaio scorso hanno dimostrato la volontà di cambiamento rispetto alle politiche del governo di Netanyahu, con l’affermazione della nuova formazione centrista Yesh Atid e una certa ripresa dei partiti di centrosinistra. Nel post si riassume quanto disincanto sia in effetti presente entro una buona fetta della popolazione. Al centro del dibattito la questione delle colonie.

Leggi il seguito

India: un incontro con gli angeli di Calcutta

Nel suo ultimo diario di viaggio intitolato “Gli angeli di Calcutta”, la giornalista Paola Pedrini racconta la sua esperienza in una delle città più terribilmente affascinanti dell’India, dove ha speso alcune settimane prestando volontariato nei centri fondati da Madre Teresa. Il suo libro è anche un appassionato réportage che aiuta a comprendere la complessa realtà del subcontinente.

Leggi il seguito

Libertà clandestina, le feste proibite dell’Iran

“Tutto è possibile qui, se sai come farlo.” Questa è la frase con cui i ragazzi iraniani affrontano il regime e i divieti. In questo post/reportage uno spaccato della vita nel Paese. Una notte di festa e bagordi all’ombra di un regime che sa ma fa finta che tutte le regole siano rispettate. O almeno si accontenta che lo siano alla luce del sole. L’importante è non farsi trovare impreparati in caso di controlli.

Leggi il seguito

L’altro Ravi Shankar, che amava il suo guru e odiava Woodstock

E’ passato alla storia come “l’amico dei Beatles”, ma in patria rappresentava l’apice della musica tradizionale indiana. Questo post ci aiuta a entrare un po’ più dentro la vita e l’arte di un artista che diffondeva non solo musica ma pensieri e ideali. In ogni caso, l’ambasciatore dell’India e dell’indianità nel mondo.

Leggi il seguito

Povertà come risorsa, se il Sud del mondo finanzia i Paesi ricchi

Riflessioni di esperti che rompono gli schemi. E due film-documentari che squarciano il velo dell’ipocrisia. E’ possibile porre fine alla povertà e creare un sistema economico e sociale più equo? Soltanto se si capovolgerà un meccanismo di produzione e consumo che ha le sue origini fin dai tempi del colonialismo. E se ognuno cambierà il modo di agire e di pensare.

Leggi il seguito

Palestina: “come se tutto fosse finito qui…”

Considerazioni di un giovane israeliano palestinese dopo il riconoscimento dello Stato di Palestina nei confini del 1967. Parole piene di amarezza per una “vittoria” a metà che per molti non stabilisce quanto sperato per anni. E non dà valore alla lotta estrema di coloro che vengono considerati martiri.

Leggi il seguito

Perché i leader arabi vogliono un cessate il fuoco a Gaza ma non in Siria?

I governi dell’Arabia Saudita e del Qatar continuano a dire che Bashir Assad dovrebbe lasciare il potere o essere rimosso con la forza perchè il popolo siriano vuole che se ne vada. Però trascurano il fatto che i popoli arabi vogliono che anche loro se ne vadano, non solo Assad.

Leggi il seguito