23 Giugno 2024

Ambiente e Società

Cina: industria avvelena la rete idrica all’insaputa dei cittadini

Per cinque giorni la popolazione della città di Handan ha continuato a utilizzare acqua avvelenata: il fiume Zhanghe, principale fonte della città, è stato contaminato il 31 dicembre da sostanze chimiche provenienti da alcune industrie della zona. L’occultamento dei fatti da parte delle autorità e la grave violazione ambientale hanno scatenato un’ondata di condanne online.

Leggi di più

Rio+20: no alla green economy, sì alla giustizia ambientale

“No all’Economia Verde – Sì alla Giustizia Ambientale”: giunge un appello forte e critico dalla Cupola dos Povos al Vertice dell’ONU durante la Conferenza Rio+20 (20-22 giugno 2012). Articolo e nostra intervista a Adriano Sella, missionario e coordinatore della Rete Interdiocesana Nuovi Stili di Vita.

Leggi di più

L’antica terra de los Chancas, storia sepolta dal conflitto

Una terra poco nota, dalla storia millenaria, ma con un recente e doloroso conflitto alle spalle. In mezzo alla Cordigliera delle Ande dove dopo gli inca, Bolivar e la riforma agraria sono arrivati Sendero Luminoso e il dittatore Fujimori. Le fasi questa storia ce le racconta David Serra, impegnato nel servizio civile all’estero.

Leggi di più

“Stop Enel”: non solo una questione di ecologia

In occasione della recente visita in Italia di Jorge Hueche Catriquir, portavoce del Parlamento mapuche, l’autrice del post ha avuto modo di intervistarlo in merito alla campagna “Stop Enel” a favore di un nuovo modello energetico, nel contesto di un’ampia opposizione sorta in Cile per la salvaguardia delle fonti di vita.

Leggi di più

Il costo della natura, democrazia o economia?

Come si affronta e risolve il degrado delle risorse? In quest’analisi di Paul Anderson per openDemocracy, vengono presentate le più autorevoli proposte e riflessioni di economisti e studiosi di questioni ambientali. Ne emerge soprattutto che bisogna agire sul fallimento dei mercati e correggerne le storture.

Leggi di più

Bolivia: riesplode il conflitto ambientale in Amazzonia

La controversa costruzione di un’autostrada nell’Amazzonia boliviana scatena la protesta di migliaia di indios, con alcuni gruppi a favore del progetto. La foresta amazzonica diviene campo di battaglia tra la tutela dell’ambiente e gli interessi economici che minacciano per sempre il più ricco contenitore di biodiversità al Mondo.

Leggi di più

COP17: accordo debole ma cresce l’attivismo

Bilancio a caldo del summit di Durban, dopo scontri, mediazioni e ritardi tra i vari delegati di 200 Paesi. L’accordo finale però soddisfa ben pochi, tra le critiche degli ambientalisti e le azioni di molti attivisti in loco e online. L’importante è tenere viva la conversazione e coinvolgere al meglio i cittadini del mondo — anche grazie agli strumenti di Internet.

Leggi di più

Un ricordo di Wangari Maathai, Nobel per la Pace

“Non c’è bisogno di essere complicati per comunicare un messaggio importante” – “Dire quello che si pensa e sentire profondamente ciò che si dice”: sono due degli insegnamenti lasciati da Wangari Maathai, premio Nobel per la Pace, scomparsa di recente. La fondatrice del movimento “che piantava gli alberi” è stata ricordata nel corso di una commemorazione. Così ne parla chi l’ha conosciuta…

Leggi di più

Costa Rica: più politiche sociali e ambientali grazie al disarmo?

Dal 1° dicembre 1948, grazie all’allora Presidente J.F. Figueres Ferrer, La Repubblica centroamericana di Costa Rica non ha più un esercito. Lo sancisce la Costituzione. Grazie alle risorse così risparmiate si è potuto intraprendere uno sviluppo sostenibile ma, benché dal confronto con molti altri Paesi dell’area la Costa Rica emerga vincente su molti fronti, resta il problema di una criminalità in crescita.

Leggi di più