Siria e Gaza, una falsa equivalenza

Nelle ultime settimane gli aggiornamenti sui social media dalla Siria e da Gaza sono diventati quasi indistinguibili. Entrambi contengono immagini e video raccapriccianti di civili uccisi o mutilati dai bombardamenti aerei ed entrambi espongono espressioni di frustrazione e rabbia della gente comune. Tuttavia, a differenza della questione siriana, gli Stati occidentali possono adottare misure relativamente semplici per porre fine alla guerra a Gaza. A noi la responsabilità di fare appello ai nostri governi per intervenire.

Leggi il seguito

La decadenza egemonica dell’ordine politico arabo

Le rivolte: non rottura con il passato ma ultima fase di un processo che evidenzia una situazione di collasso. Come affermava Gramsci, l’uso della coercizione aumenta esponenzialmente quando un sistema politico si trova nelle ultime fasi della propria decadenza, o quando un nuovo ordinamento si sta affermando. Nel Mondo Arabo, l’ordinamento politico attuale sta attraversando le ultime fasi della propria decadenza. Un’analisi da openDemocracy.

Leggi il seguito

Il ruolo della tecnologia nei movimenti per i diritti umani

Un’analisi sul futuro dei diritti umani dato il conflitto in corso tra potere e cittadini nell’ambito delle nuove tecnologie. L’uso dei nuovi strumenti di rilevazione di crimini e abusi da parte delle ONG, ma anche l’abuso degli stessi strumenti da parte di Governi autoritari. Esempi illuminanti per fare il punto su sorveglianze e censure, perché in questi anni, gli attivisti per i diritti umani sono diventati molto consapevoli dei possibili svantaggi della tecnologia.

Leggi il seguito

Dagli ottomani agli Asad, un testo per fare luce sulla Siria

Capire cosa sta realmente succedendo in Siria oggi leggendo la stampa italiana o anche europea non è semplice. Il libro di Lorenzo Trombetta, giornalista e ricercatore che da anni vive a Beirut, “Siria. Dagli ottomani agli Asad. E oltre” (Mondadori Università), è un ottimo strumento per entrare in profondità nella storia moderna e contemporanea siriana. Uno studio che conduce il lettore ad approfondire le cause della rivolta scoppiata nella primavera del 2011, toccando molte questioni. A cominciare da quella dell’informazione.

Leggi il seguito

Siria, colori dal campo profughi di Zaatari

L’escalation di violazioni su un’intera generazione di bambini è diventata una priorità per molti attivisti e organizzazioni siriane. “Colori da Zaatari Camp” è una delle tante iniziative incentrate sul futuro della Siria, cercando di migliorare le condizioni di vita dei bambini rifugiati e sfollati. Il campo Zaatari, situato al confine siro-giordano, è il più grande campo profughi siriano, che ospita più di 100.000 persone, molti delle quali sono bambini.

Leggi il seguito

Ebook “Qui Siria”, intervista ad Antonella Appiano

Come si racconta l’atmosfera che si respira ogni giorno fra Damasco e Aleppo? Come si spiegano i cambiamenti che attraversano un Paese complesso come la Siria? Come è possibile avere successo in questa grande impresa che è il lavoro di reporter di frontiera nel difficile contesto del giornalismo italiano? Ce ne parla Antonella Appiano, autrice dell’ebook “Qui Siria – Clandestina ritorna a Damasco” (Ed. Quintadicopertina), dove sono riportati i momenti fondamentali della sua permanenza in Siria tra il luglio del 2011 e l’autunno del 2013.

Leggi il seguito

Giuristi europei, no all’uso illegale della forza contro la Siria

Ad un recente incontro l’ELDH ha ribadito: l’uso militare è contro le norme internazionali. Inoltre: il modo per impedire l’utilizzo delle armi chimiche è il rafforzamento, all’interno della Corte penale internazionale, della censura delle stesse. Censura che ormai rappresenta una norma di diritto internazionale consuetudinario.

Leggi il seguito

Siria tra contraddizioni e indifferenza

Da openDemocracy un’analisi sulla crescente militarizzazione del conflitto e gli errori e ipocrisie dei poteri occidentali. Viene affrontata soprattutto la questione dell’uso delle armi chimiche e del “due pesi due misure” degli Stati Uniti e di altri Paesi nei confronti del problema. E portati esempi di “tolleranza” nell’uso di tali armi su altri scenari.

Leggi il seguito

Siria, Arte come Resistenza per contrastare i racconti del potere

La Rivoluzione che passa attraverso parole, suoni, immagini. Per Voci Globali l’intervento della ricercatrice Sara Verderi che sottolinea il ruolo giocato da artisti o semplici cittadini che, con canzoni, graffiti, striscioni, danno al mondo un altro aspetto – e la dimensione dal basso – di quanto sta accadendo nel loro Paese.

Leggi il seguito