27 Maggio 2024

Internet

Giornalismo e media partecipativi

Molte novità stanno avvenendo nel mondo del giornalismo. Come si scrivono le notizie? Chi le scrive? Come arrivano ai lettori? In questo articolo introduciamo alcuni temi di cui parleremo nella sezione sul citizen journalism. Si parla di come alcuni giornali come l’inglese Guardian stanno usando i nuovi strumenti del web e dei social network e delle possibilità che si aprono per i lettori più attenti.

Leggi di più

Internet e la politica: c’è bisogno di una visione nuova

Qual è il ruolo di Internet nella vita politica? Se lo domandano Henrietta Moore e Sabine Selchow su openDemocracy. Si può parlare di Twitter Revolution, o il rapporto tra Rete e politica è più complesso? Secondo le due studiose bisogna guardare le cose da un punto di vista diverso, privilegiando creatività e immaginazione.

Leggi di più

Teheran: sprazzi di libertà

Nel 2009, gli iraniani si sono riversati in strada per protesta nello stesso spirito che avrebbe ispirato due anni più tardi i loro vicini arabi. Adesso la repressione è fortissima a Teheran, ma nella vita quotidiana, e anche in quella politica e culturale, il distacco tra il popolo e il regime è evidente, sostiene R. Tousi (pseudonimo di uno scrittore iraniano).

Leggi di più

La politica del closed access e il verbo ‘to Mubarak’

La proposta di David Cameron di isolare i social network fa discutere: anche per lui è stato coniato il verbo ‘to Mubarak’. Internet come covo di cospiratori o come mezzo per stimolare un maggior rispetto dei diritti e denunciare gli abusi? Intanto lascia sconvolto il mondo della Rete, ma non solo, l’omicidio a sangue freddo di un giovane pachistano da parte delle forze di polizia. Su YouTube le drammatiche sequenze del fatto.

Leggi di più

Nella Rete della censura, 125 ad oggi i netizen reclusi

Un tempo si usavano ciclostili e volantini, oggi si scrive sui blog. Cambiano i mezzi utilizzati per il dissenso e la protesta ma non quelli per ostacolarli. Gli ultimi dati dell’associazione ’Reporters sans frontières’ riportano 125 netizen reclusi: e in alcune zone del mondo blogger e utenti dei social network rischiano la vita.

Leggi di più

Attivismo online, le mille censure dei governi africani

In molti Paesi africani è in atto una continua censura che limita l’attivismo on line e l’uso di Internet. Sul tema c’è scarsa attenzione da parte del mondo occidentale, concentrato in questi ultimi tempi esclusivamente su ciò che accade in Medio Oriente e in Nord Africa. Ma Paesi come la Costa d’Avorio, l’Uganda e il Sudan portano avanti una dura politica repressiva della libertà in Rete.

Leggi di più