Internet e la politica: c’è bisogno di una visione nuova

Qual è il ruolo di Internet nella vita politica? Se lo domandano Henrietta Moore e Sabine Selchow su openDemocracy. Si può parlare di Twitter Revolution, o il rapporto tra Rete e politica è più complesso? Secondo le due studiose bisogna guardare le cose da un punto di vista diverso, privilegiando creatività e immaginazione.

Leggi il seguito

Il futuro del giornalismo

In vista del Festival Internazionale del Giornalismo (Perugia, 25-29 aprile), pubblichiamo una riflessione sul tema tratta da openDemocracy. In quest’articolo, presentato alla Goldsmiths Leverhulme Media Centre Conference, Angela Phillips descrive l’attuale situazione dei media e sfata alcuni miti, per esempio che il giornalismo possa essere gratuito. Il futuro si gioca tra due possibili alternative…

Leggi il seguito

Dopo la tempesta mediatica la questione Kony resta

La valanga di reazioni negative al video Kony 2012 rischia di oscurare alcuni problemi importanti nella regione dell’Africa centrale. La comunità internazionale non può ignorare il ruolo destabilizzante di Kony e del suo esercito ed ha il dovere di proteggere e tutelare la popolazione, scrive Jasmine-Kim Westendorf su openDemocracy.

Leggi il seguito

Razzismo in Europa: riforme strutturali per i Rom

Malgrado i molti soldi spesi e gli sforzi fatti per favorirne l’integrazione, la situazione dei Rom in Europa non sembra migliorare. Valeriu Nicolae, su openDemocracy sottolinea la necessità di riforme che affrontino il problema alla radice. Altrimenti non si riuscirà a contrastare la corrente negativa di un razzismo diffuso che rischia di diventare strutturale.

Leggi il seguito

Kim Jong-il: leadership ed eredità

Dopo la morte di Kim Jong-il, leader della Corea del Nord per quasi vent’anni, si apre una nuova fase in cui si deciderà, insieme al futuro del Paese, anche il posto dell’ex-dittatore nella Storia. Kim potrà essere ricordato come colui che ha guidato il Paese durante la peggiore crisi del dopoguerra aprendo la strada alle riforme oppure, se le cose andranno male, come l’incarnazione del fallimento di un comunismo dinastico.

Leggi il seguito

Teheran: sprazzi di libertà

Nel 2009, gli iraniani si sono riversati in strada per protesta nello stesso spirito che avrebbe ispirato due anni più tardi i loro vicini arabi. Adesso la repressione è fortissima a Teheran, ma nella vita quotidiana, e anche in quella politica e culturale, il distacco tra il popolo e il regime è evidente, sostiene R. Tousi (pseudonimo di uno scrittore iraniano).

Leggi il seguito

A Parigi il Festival delle culture islamiche

Dal 7 al 17 settembre si terrà a Parigi il ‘Festival des cultures d’Islam’. Proiezioni, incontri, teatro, musica e approfondimenti che hanno come filo conduttore l’Islam e gli Stati Uniti a dieci anni dall’11 settembre. Una carrellata sugli eventi in programma aiuta a capire come è evoluta la cultura dei musulmani, soprattutto quelli occidentali.

Leggi il seguito

Multiculturalismo e postmodernità: sfida alla politica

Il sistema politico va riformato, prendendo atto della scomparsa del nazionalismo uniculturale. In questo articolo viene analizzata la difficoltà delle strutture politiche di adeguarsi alla fase di un cambiamento che deve necessariamente coinvolgere le minoranze e le diverse identità sociali e culturali. Una vera e propria politica del riconoscimento.

Leggi il seguito

A Parigi settimana anticoloniale tra cultura e riflessioni incrociate

Anche quest’anno Parigi e dintorni sono stati protagonisti degli eventi legati a “Sortir du colonialisme”, una settimana di cultura e spazi di riflessione politica e sociale sul colonialismo del passato e sulla dimensione di un fenomeno/atteggiamento che si esprime oggi in nuovi aspetti e forme.

Leggi il seguito
Pagina 2 di 212