L’ombra di Franco, girano ancora i libri amputati dalla censura

Per lungo tempo la Spagna ha faticato nell’elaborare gli orrori del passato ma, negli ultimi anni, il Paese è riuscito ad affrontare alcune delle sue pagine più dolorose. Ciò che pochi sanno è che uno dei retaggi più controversi del franchismo si estende ancora oggi su uno dei mezzi culturali più diffusi: i libri. Molte opere del mondo ispanico infatti, circolano ancora con le amputazioni volute dai censori franchisti. In un momento in cui l’estrema destra sta guadagnando terreno con propositi che rimandano indietro nel tempo, ripristinare il passato senza filtri appare di fondamentale importanza.

Leggi il seguito

Meno libertà in tutto il mondo. In Siria la vita peggiore

L’analisi di Freedom House evidenza un inquietante aumento dei Paesi che perdono terreno sul piano dei diritti a causa della sorveglianza di Stato, delle restrizioni sull’uso di Internet e sulla libertà personale.

Leggi il seguito

Libertà di parola, il sogno di un illustre economista cinese

Gli auspici per il 2015 dell’economista liberale Mao Yushi, espressi al forum sui “Desideri del nuovo anno” a Pechino. Mao ha riferito che l’aggressione più recente delle autorità cinesi sulla libera espressione è stato il tentativo di applicare un sistema di registrazione per il nome autentico su internet. Tali politiche accompagnano arresti di massa di intellettuali ritenuti dissidenti per i loro discorsi, “il che è totalmente inappropriato”, ha aggiunto.

Leggi il seguito

Si addensano nubi sulla libertà digitale?

Le minacce alla libertà digitale stanno aumentando proprio come il numero di persone che sempre più accedono ad Internet, con milioni di persone che, nei prossimi anni, molto probabilmente entreranno nel mondo digitale attraverso l’uso di cellulari e smartphones. Un intervento del direttore di Index on Censorship.

Leggi il seguito