“Sotto il cielo di Lampedusa”: oltre la tragedia arte e poesia

L’antologia poetica “Sotto il cielo di Lampedusa (Rayuela, Milano 2014) con la prefazione di Erri de Luca , è una raccolta di poesie e testimonianze. Un’opera e un documento che riesce a rovesciare la visione di Lampedusa e le tragedie del Mediterraneo: da caos di disinformazione e lacrime di coccodrillo a un messaggio preciso e forte, senza spazio per pietismi o clamori. Ne esce l’emigrazione dall’Africa come esperienza eccezionale, di dolore e morte ma se riuscita, grazie alla solidarietà, anche di rinascita.

Leggi il seguito

Guantanamo è ancora lì e si moltiplica… in Europa

Uno dei motivi per cui il mandato del Presidente Obama non ha raggiunto le aspettative internazionali è stata la mancata chiusura della base americana nella Baia di Guantanamo. Anche in Europa, la persistente presenza di ben 400 centri di detenzione di immigrati, nel mancato rispetto di diritti umani e leggi internazionali, rendono la situazione di casa nostra non troppo distante da quella statunitense.

Leggi il seguito

Vite interrotte, “Roma come Lampedusa”

“Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città Invisibile”, una serie di incontri-evento in programma da oggi venerdì 29 novembre ore 17.00 a Roma, dedicati alle migliaia di “rifugiati invisibili” che, approdati nello Stivale in condizioni estreme e di forte esclusione sociale, trovano nella Capitale un buco nero di indifferenza. Si intende dunque portare all’attenzione della cittadinanza le voci dei rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori, insieme a proiezioni di corti e documentari girati da registi migranti prodotti dall’Archivio Memorie Migranti.

Leggi il seguito

Parlare di povertà, progetto d’inclusione tra il Ghana e l’Italia

Voci Globali e Ashanti Development interrogano – e si interrogano – attraverso scritti, foto, disegni di giovani tra 12 e 18 anni. Un nuovo progetto sulla percezione della povertà, che per cominciare ha coinvolto 65 ragazzi di quattro villaggi della Regione Ashanti del Ghana che frequentano la Junior High School. In Italia, avviata invece una serie di seminari che ha preso il via con una scuola “di frontiera”, la scuola media del paese di Monghidoro, nell’Appennino emiliano.

Leggi il seguito

Talenti italiani all’estero e migranti per necessità in Europa

L’impennata del numero di migranti nel mondo (232 milioni nel 2013, di cui 72 soltanto in Europa), secondo quanto riportato dal Rapporto del Dipartimento di Affari Economici e sociali dell’Onu, invita a qualche riflessione. E in Italia? Secondo il Rapporto sull’economia dell’immigrazione in Italia 2013, realizzato dalla Fondazione Leone Moressa , nel Belpaese i lavoratori immigrati sono 2,3 milioni, pari al 10,1% degli occupati e al 12% al PIL.

Leggi il seguito

Studiare con la testa e con le mani

Come si intrecciano i temi dell’apprendimento di un mestiere e l’avanzare di una generazione di origine straniera? Intercultura, cittadinanza e concetti come lo “ius soli” e lo “ius sanguinis” affrontati in un testo dedicato alle seconde generazioni e al loro vissuto nella società post-industriale.

Leggi il seguito

Al via a Padova il Festival Immaginafrica 2012

In occasione dell’ottava edizione di Immaginafrica, dal 18 al 24 novembre il Centro Culturale San Gaetano a Padova ospiterà proiezioni di lungometraggi e cortometraggi, di fiction e documentari, prodotti nelle diverse aree del mondo africano e da registi provenienti dall’Africa. Nel post pubblichiamo anche una nostra intervista alla coordinatrice del festival Silvia Failli.

Leggi il seguito

La schiavitù nel XXI secolo nel Rapporto Europol

Negli ultimi vent’anni la caduta dei regimi totalitari, la facilità di spostamento e la tecnologia hanno favorito l’aumento del fenomeno migratorio ma anche la nascita di una migrazione forzata che ha come obiettivo il traffico di esseri umani finalizzato allo sfruttamento. Ne parla in quest’intervista a Voci Globali Teresa Albano, responsabile progetto antitratta dell’OIM.

Leggi il seguito

CIE, "spazi d’eccezione" a trattenimento coercitivo

Dai CPT ai CIE: la scia delle leggi italiane che hanno limitato, sempre più, i diritti e l’accoglienza degli immigrati. Come funzionano e perché sono fortemente criticate, dai migranti come dalle organizzazioni umanitarie. Intanto, dopo la protesta “LasciateCIEntrare” il Senato ha approvato un ordine del giorno che consente ai giornalisti di entrare in queste strutture finora precluse. Cosa che aveva reso difficile una documentazione reale di quanto vi accade.

Leggi il seguito

Clandestini, ovvero i senza volto

Quando si pensa a un clandestino non gli si dà quasi mai un volto e un nome. Da dove vengono, come sono arrivati fin qui, con quali sofferenze? Documenti filmati e testimonianze dirette ci aiutano a capire meglio l’odissea di tanti uomini e donne. Perché ogni storia è una storia a sé, ma tutte sono ispirate dalla speranza e la voglia di migliorare la propria esistenza.

Leggi il seguito