Nigeria, protezione costituzionale per gli sfollati interni
Foto di Tony Karumba/AFP/Getty Images
L’arte che abbatte i muri, la Balkan Route dell’accoglienza
Manifestazione contro il PKK a Istanbul, 2007. Da Wikipedia su licenza CC BY-SA 3.0
Le Kayayo, schiave antiche in un’Africa in trasformazione

Manifestazione contro il PKK a Istanbul, 2007. Da Wikipedia su licenza CC BY-SA 3.0

Turchia, tra dittatura, caos e voglia di scappare


di

Abbiamo lavorato a questa traduzione da openDemocracy prima del tentato colpo di Stato di venerdì 15 luglio. La nostra attenzione era già puntata sulla Turchia e riteniamo che le riflessioni contenute in questo articolo aiutino a farsi un'idea della situazione nel Paese precedente il fallito golpe. Un tempo ancora di salvezza della democrazia turca, l’influenza dell’UE sta affondando, mentre il Paese è simbolo di disgregazione. Intanto la popolazione è sempre più isolata, alla mercè degli abusi e delle epurazioni del dittatore Erdogan, con l'Europa - appunto - e il resto del mondo che stanno a guardare. Leggi


Foto di Tony Karumba/AFP/Getty Images

Kenya, uno Stato in dissoluzione sulla strada del genocidio?


di

Il Paese sembra precipitare verso un altro ciclo di violenza istigata dalla politica, in vista delle elezioni generali del 2017. Si intensifica l’incitamento all'odio e ci sono anche segnalazioni di gruppi che starebbero armandosi. La polarizzazione è particolarmente profonda tra la comunità Luo, nel ruolo di vittima, da un lato e l'alleanza etnica Kikuyu-Kalenjin che governa il Kenya. Stante la situazione, alla luce di quanto già avvenuto con le violenze del 2007-2008, ci si chiede quanto sia avanti il Kenya sulla strada per il genocidio, e quali siano le possibili misure preventive, a livello locale e internazionale. Leggi


L’arte che abbatte i muri, la Balkan Route dell’accoglienza

L’arte che abbatte i muri, la Balkan Route dell’accoglienza


di

Integrazione, accoglienza, dialogo, sono questi i pilastri dell’azione di decine di migliaia di persone che dedicano, ogni giorno, parte del proprio tempo e delle proprie energie per fare in modo che quella percepita come crisi dei migranti si risolva in un’opportunità di crescita e sviluppo e non nella tomba di essere umani e dignità. Dal Nord Est dell’Italia sono partiti, in questi mesi, alcuni progetti che vedono proprio nell'arte il veicolo più adatto a compiere un viaggio non solo metaforico insieme a migranti e richiedenti asilo. Leggi


Il dopo Snowden e l’invadenza della sorveglianza globale

Il dopo Snowden e l’invadenza della sorveglianza globale


di

Intervista a Carly Nyst, attivista e avvocato. Controllo politico attraverso Internet, terrorismo e pensiero radicale. "In Occidente abbiamo lo stesso livello di sorveglianza di Paesi come Tunisia, Libia, Egitto. Penso che questa scoperta abbia rappresentato un momento fondamentale [...] Nei Sud del mondo c'è una corsa all'utilizzo della tecnologia mobile e di altri tool che non è accompagnata da sufficienti norme; un divario tra il mondo in via di sviluppo e i Nord del mondo esiste, ma non si può continuare a dire che le cose sono molto meglio qui anziché là, perché non è più così". Leggi