Burundi, il braccio di ferro tra l’Unione Africana e l’Occidente
Capire l’ISIS svelando i meccanismi della propaganda
Ashraf Fayadh, pena ‘ridotta’ a 8 anni di prigione e 800 frustate
Yatch di lusso, foto dell'utente Flickr Frans Berkelaar su licenza CC.
L’Africa di Renzi, da problema a opportunità

Immagine ripresa da Flickr/Michael Loadenthal. Alcuni diritti riservati.

Israele e Palestina: “pace”, concetto rimasto senza significato


di

Dal 1993, il concetto di "pace" non ha mai garantito la fine delle uccisioni e degli attentati, delle confische e delle demolizioni. Netanyahu e gli attentatori suicidi rappresentano due facce della stessa medaglia: entrambi letali e inarrestabili. Ma occorre soprattutto concentrare gli sforzi nel contrasto a Netanyahu e al suo governo estremista, che devono affrontare le proprie responsabilità e smetterla di spargere odio. Le loro azioni esprimono chiaramente l'eco della loro indifferenza nei confronti della pace in questi territori, e per questo devono essere fermati. Leggi


L’Africa di Renzi, da problema a opportunità

L’Africa di Renzi, da problema a opportunità


di

L'ultima visita del premier nel continente, sponsorizzando le imprese italiane, parlando di "visione del futuro" e criticando l'atteggiamento dell'Europa sul problema immigrazione. Nel corso delle sue visite il premier non ha però incontrato la comunità italiana. Cittadini italiani che hanno visto in questo continente un'opportunità molto prima che Renzi ci pensasse. Che hanno investito i loro soldi - non quelli delle grandi imprese - per creare aziende, società, dar vita a progetti impegnando e assumendo personale locale. A queste persone avrebbe fatto piacere un saluto dello Stato italiano. Perché alla fin fine loro nell'Africa ci hanno creduto davvero. Leggi


Ashraf Fayadh, pena ‘ridotta’ a 8 anni di prigione e 800 frustate

Ashraf Fayadh, pena ‘ridotta’ a 8 anni di prigione e 800 frustate


di

L'Arabia Saudita ha revocato l'esecuzione capitale a cui era stato condannato il poeta di origine palestinese Ashraf Fayadh in seguito alle accuse di apostasia e altri reati legati alla blasfemia, che Fayadh nega di aver commesso, riducendo la condanna a otto anni di prigione e ottocento frustate. La pena corporale mira a costringere Fayadh a dichiarare pubblicamente la sua rinuncia all'attività poetica sui media sauditi. Su Twitter, molti continuano a criticare l'Arabia Saudita e il suo record spaventoso in materia di diritti umani. Leggi


Capire l’ISIS svelando i meccanismi della propaganda

Capire l’ISIS svelando i meccanismi della propaganda


di

Dalla ricerca di AGC Communication il documentario "ISIS: morte di uno stato mai nato?", nuova luce sui video di Daesh. Sono proprio i video a fare la differenza: realizzati con tecniche (e un centinaio di tecnici) hollywoodiane, si diffondono in Rete raggiungendo simpatizzanti e possibili reclute in tutto il mondo. Spesso vengono oscurati in breve tempo, tuttavia è proprio studiando questi video che si può comprendere più a fondo ciò che accade dentro lo Stato Islamico. Leggi


Per contattarci, scrivi a info@vociglobali.it

Iscriviti alla nostra newsletter
Sotto l'ultima edizione:
Renzi in Africa, App per l'accoglienza, Archivi digitali aborigeni