Gli anziani d’Africa, energia e impegno sociale da tutelare
Rap e hip hop per dire no al terrore jihadista
Una classe di bambini somali nel campo profughi di Dadaab (public domain)
L’Africa dell’avanguardia scientifica che il mondo non conosce
HOLAAfrica, il sito web che racconta l’orgoglio di essere lesbica

Rap e hip hop per dire no al terrore jihadista

Rap e hip hop per dire no al terrore jihadista


di

L'attentato del novembre scorso al Bataclan di Parigi durante il concerto degli Eagles of Death Metal è solo il simbolo di come anche la musica rappresenti, nella visione dello Stato Islamico, una minaccia all'integrità di un certo pensiero integralista e un'attività contraria alla Sharia. Ovunque vi sia la censura, compare però anche il dissenso, un dissenso che parte proprio dalla musica. A volte trasformandosi in una vera e propria forma di strenua resistenza fatta di beat, versi e refrain. I giovani la usano per parlare di pace, dall'Africa all'Iraq. Il messaggio di questi musicisti è diventato talmente forte che oggi, anche loro, sono in cima alla kill list dell'ISIS. Leggi


L’Africa dell’avanguardia scientifica che il mondo non conosce

L’Africa dell’avanguardia scientifica che il mondo non conosce


di

Da molto tempo il resto del mondo è convinto che l'Africa non possa creare proprie invenzioni scientifiche e questa sorta di mito può essere ricondotto all'epoca della schiavitù e del colonialismo – sistemi che hanno portato gli africani stessi a credere che nulla di buono può venir fuori da questo continente. Ma la realtà è che un'osservazione attenta rivela grandi sorprese: bisognerebbe dedicare maggiore spazio a quegli innovatori africani che non hanno ancora avuto un riconoscimento per i loro contributi alla scienza, alla medicina, alla tecnologia e alla sicurezza alimentare. Leggi


Una classe di bambini somali nel campo profughi di Dadaab (public domain)

Dall’orrore alla disperazione: la crisi dei rifugiati in Kenya


di

La decisione del governo kenyota di chiudere i campi profughi che ospitano centinaia di migliaia di persone provenienti da Paesi limitrofi rappresenta una chiara violazione del diritto internazionale. Il provvedimento non risolve peraltro il problema della sicurezza, minacciata dalla presenza delle milizie di Al Shabaab. Molti profughi costretti a tornare in Somalia saranno facilmente conquistati dai reclutatori del terrorismo. Il dilemma tra l'accoglienza dei rifugiati e la difesa della sicurezza nazionale affligge il governo. Quale sarà ora il destino di 600.000 profughi che non saranno più ospitati sul suolo del Paese? Leggi


HOLAAfrica, il sito web che racconta l’orgoglio di essere lesbica

HOLAAfrica, il sito web che racconta l’orgoglio di essere lesbica


di

Abbattere i tabù, costringere a guardare in faccia la realtà, fornire uno spazio di informazione e riflessione, permettere l'incontro di esperienze. Esiste per questi motivi - e altri ancora - HOLAAfrica, primo sito dedicato alle lesbiche africane. Ma anche alle bisessuali e transgender. L'idea è venuta a Tiffany Kagure Mugo, scrittrice e attivista keniana, residente in Sud Africa. Tutto è cominciato con un blog che aveva raccolto così tanti consensi da farle comprendere quanto fosse importante creare uno spazio condiviso. Leggi