World Bank, lo “sviluppo” che porta ineguaglianza e povertà
Dall’attivismo su Facebook alla mobilitazione nelle piazze
Nei musei occidentali i manufatti e le opere rubati all’Africa
“Sotto il cielo di Lampedusa”: oltre la tragedia arte e poesia
Il ruolo della tecnologia nei movimenti per i diritti umani

Quando la giustizia sociale passa dai racconti personali

Quando la giustizia sociale passa dai racconti personali


di

Quando le persone guardano ai problemi politici attraverso le proprie esperienze personali, le vedono in modo diverso: la democrazia non è più una cosa astratta, ma è “la mia democrazia”. Il potenziale trasformativo del raccontare è tessuto nella trama delle nostre vite. Lo storytelling, anche fatto di immagini, può dunque aiutare processi democratici e relazioni sociali. Esperienze e testimonianza dalla Bosnia-Erzegovina. Leggi


Nei musei occidentali i manufatti e le opere rubati all’Africa

Nei musei occidentali i manufatti e le opere rubati all’Africa


di

Nessuno si batte perché il continente torni in possesso della sua Storia saccheggiata nel tempo. Mentre si continua a credere che gli africani non abbiamo prodotto arte, né lasciato testimonianze del loro progresso nei secoli. Invece i grandi musei delle capitali europee, hanno interi spazi dedicati all'arte africana, spesso più conosciuta all'estero che nei Paesi da cui proviene. Un articolo provocatorio e senza ipocrisie. Leggi


“Sotto il cielo di Lampedusa”: oltre la tragedia arte e poesia

“Sotto il cielo di Lampedusa”: oltre la tragedia arte e poesia


di

L’antologia poetica “Sotto il cielo di Lampedusa (Rayuela, Milano 2014) con la prefazione di Erri de Luca , è una raccolta di poesie e testimonianze. Un’opera e un documento che riesce a rovesciare la visione di Lampedusa e le tragedie del Mediterraneo: da caos di disinformazione e lacrime di coccodrillo a un messaggio preciso e forte, senza spazio per pietismi o clamori. Ne esce l’emigrazione dall’Africa come esperienza eccezionale, di dolore e morte ma se riuscita, grazie alla solidarietà, anche di rinascita. Leggi


Dall’attivismo su Facebook alla mobilitazione nelle piazze

Dall’attivismo su Facebook alla mobilitazione nelle piazze


di

L'attivismo on line non ha spento la voglia di azioni collettive in spazi pubblici. Al contrario, sembra agire da volano. Da quest'analisi pubblicata su openDemocracy, con cui VG è in collaborazione, risulta che la Rete non ha contribuito a una prevalenza delle azioni virtuali rispetto alle mobilitazioni reali, al contrario è stata uno dei motori di questi movimenti. A cominciare dai movimenti "Occupy". Ne escono quindi ridimensionate le ragioni della critica al click-activism. Leggi