22 Maggio 2024

movimenti di protesta

Grecia: violenza di Stato, da Alexis ai fatti di Nea Smyrni

Il pestaggio avvenuto a marzo in un quartiere periferico di Atene per mano di alcuni agenti di polizia ha avuto risonanza internazionale, gettando luce su un contesto contrassegnato da un’esasperazione che ha radici ben più profonde di quanto possa apparire. A partire dall’uccisione del quindicenne Alexandros Grigoropoulos nel 2008, il modus operandi della polizia greca è infatti andato delineandosi con sempre più brutale precisione. E il Governo conservatore di Mitsotakis, entrato in carica nel 2019 al grido di “law and order“, non ha fatto altro che acutizzare la tensione.

Leggi di più

“Fridays For Future”, cronache del giovane movimento globale

Nel 2019 il mondo scioperava per richiamare l’ attenzione sul cambiamento climatico e le sue conseguenze per il futuro del pianeta, seguendo l’esempio della pioniera Greta Thunberg e dei giovani studenti che già occupavano le strade nel 2018. Oggi l’attivismo continua, con passione e competenza, grazie al digitale che ha compensato in parte l’impossibilità di azione e incontro fisico. In attesa di tornare nel reale, i giovani ci ricordano la realtà della crisi climatica e ambientale, una sorta di pandemia al rallentatore che non possiamo ignorare.

Leggi di più

Libano, “ci ribelliamo contro corruzione, tasse e malgoverno”

Il Paese dei cedri è ormai da mesi teatro di una forte agitazione popolare. Oltre 1 milione di persone è sceso ripetutamente in piazza per protestare contro il rincaro di una serie di tasse. Il rafforzamento dell’austerity interviene nell’ambito di un contesto economico già di per sé molto fragile. Intanto, il 19 dicembre, Hassan Diab è stato incaricato di formare un nuovo Governo tecnico. Decisione che ha suscitato un’ulteriore ondata di malcontento. La nostra intervista a Nizar Hassan, giornalista, ricercatore, cofondatore del movimento politico LiHaqqi e attivista per i diritti umani.

Leggi di più

Tamil Nadu, dove è netto il divario tra Nord e Sud del mondo

Il massacro di Thootukudi dell’agosto 2018 racconta di violenza su pacifici manifestanti e di pericolo che grava sull’ambiente. Proprio in questo distretto del sud dell’India, infatti, industrie estrattive stanno inquinando il fiume Thamirabarani, fonte di sostentamento per la popolazione locale in gran parte dedita all’agricoltura e la pesca. Gli interessi governativi e dei privati, più forti delle voci della gente che vive di pesca e agricoltura, rischiano di prevalere su ogni legge e giustizia ambientale. Aumentando, così, il gap tra ricchi e poveri. Cronaca sulle conseguenze di quell’evento.

Leggi di più

Dove vanno i social media, riflessioni dal GV Summit 2015

Ethan Zuckerman tira le fila della sesta edizione del Global Voices Citizen Media Summit, tenutosi nelle Filippine il 24 e 25 gennaio. “Ho passato la scorsa settimana a Cebu, la seconda città delle Filippine, insieme a trecento giornalisti, attivisti e studiosi della comunicazione, provenienti da più di sessanta Paesi. Sono stati due giorni pienissimi di tavole rotonde, workshop e discussioni sulle sfide più interessanti e coinvolgenti che la scrittura e l’attivismo online si trovano a fronteggiare oggi.”

Leggi di più