Hong Kong, suicidi sospetti, morti misteriose. Il coraggio si paga

Voci Globali presenta un inquietante ritratto della situazione nell’ex colonia britannica travolta dalle proteste. Il tasso di suicidi non è mai stato così alto e sono ormai in molti a credere che queste morti nascondano ben altro: giovani trovati in mare con le mani ancora legate, ragazzi che si buttano dai piani alti senza però lasciare segni di sanguinamento sull’asfalto, con tracce di manette ancora sui polsi. Paura e confusione si avvertono dappertutto, mentre la gente chiede la verità ogni giorno, chi scendendo ancora per strada, chi lasciando un fiore bianco alla stazione di Prince Edward.

Leggi il seguito

Hong Kong, the youth standing up against the abuse of power

Voci Globali meets Oscar and Tony, two boys that were raised in the former British colony. Today both of them are facing the consequences of a city that tries to fight against Chinese repression. Through their eyes we will go through the SARS outbreak, the Umbrella Revolution, the housing crisis, the kidnappings of the five booksellers at Causeway Bay, until this new massive protest, marked by police’s abuse of power. In this loud call for democracy, the only thing we know is that Hong Kong’s future is as uncertain as ever.

Leggi il seguito

Hong Kong, ecco i ragazzi che combattono gli abusi del potere

Voci Globali incontra Oscar e Tony, due giovani ragazzi cresciuti nell’ex colonia britannica che oggi si ritrovano a fare i conti con una città indebolita, che cerca di resistere alla repressione cinese. Attraverso i loro occhi si ripercorrono lo scoppio della SARS, la rivoluzione degli ombrelli, la crisi immobiliare, i rapimenti di cinque editori, fino a questa nuova protesta, macchiata da continue violenze da parte di una polizia che abusa del suo potere. In questo braccio di ferro con il Governo di Pechino, la storia dell’ex colonia è ancora tutta da scrivere.

Leggi il seguito

Così finisce la rivoluzione degli ombrelli a Hong Kong

È finita, almeno per ora. L’11 dicembre la polizia di Hong Kong, gli ufficiali giudiziari e gli operai edili hanno preso a sgomberare la tendopoli che si espande a macchia d’olio sulle maggiori strade attorno ai quartieri governativi di Hong Kong. Gli organizzatori hanno liberamente ammesso che i loro obiettivi erano distanti: se in termini di consapevolezza civile della politica sono stati ottenuti enormi progressi, poco però in termini di risultati concreti. I leader promettono tuttavia che la battaglia non è finita.

Leggi il seguito

Hong Kong: “L’Occupy non finirà come nel 1989”

Zhou Fengsuo – ex leader degli studenti durante le proteste di Tiananmen del 1989 – ci crede: la spinta democratica a Hong Kong resisterà anche se i dimostranti verranno sgomberati dalle strade. Fengsuo è stato a Hong Kong per osservare, parlare alla folla e mostrare il suo sostegno alle manifestazioni pro-democrazia guidate dagli studenti.Una lunga intervista e analisi per comprendere i movimenti in azione. Con questo post, ripubblicato dall’originale di Larry Ong per Epoch Times, inauguriamo un accordo di condivisione di contenuti editoriali tra Voci Globali ed Epoch Times Italia.

Leggi il seguito

Edward Snowden, quali le possibili alternative legali?

Quali sono le alternative legali che si pongono di fronte a Edward Snowden, l’ex funzionario Cia che ha messo a nudo Prism, il sistema di spionaggio elettronico degli USA? Un articolo di Gabriele Battaglia, pubblicato originariamente per China Files, su una questione sempre più controversa e che in questi giorni sembra rievocare i tempi della guerra fredda.

Leggi il seguito