Myanmar, cronache di un golpe e di proteste coraggiose

Quello birmano è uno Stato giovane, altamente abitato e per l’88% buddhista. La storia di questa nazione è tornata – negli ultimi giorni – alla ribalta sulla gran parte dei media e canali di informazione a seguito di un colpo di stato militare. Per gli ‘addetti ai lavori’, in realtà, tristemente nulla di nuovo; i militari conservano il loro potere politico già all’indomani della dichiarazione d’indipendenza nel 1948. La gravità sta nel fatto che un tale avvenimento pare cancellare le speranze di una transizione graduale verso la democrazia e la libertà; una transizione che il partito di Aung San Suu Kyi stava faticosamente affrontando.

Leggi il seguito

Cile, quell’11 settembre che nessuno ricorda

C’è un 11 settembre che non tutti ricordano. È quello del golpe cileno nel 1973 che fece 30.000 morti e iniziò un lungo periodo di torture, terrore e violenze di ogni tipo. “La storia sono i popoli che la fanno” diceva Allende nel suo ultimo discorso prima di morire nel corso dell’attacco al Palazzo della Moneda. Un appello al Paese, una riflessione oggi per noi tutti.

Leggi il seguito