24 Maggio 2024

“Refugee Hotel”, prima notte in America

Sette anni di documentazione – dal 2006 al 2012 – sui rifugiati provenienti dai Paesi di tutto il mondo che hanno trovato un approdo negli Stati Uniti. Sette anni di scatti per raccontare il percorso – fisico ed emotivo – di chi ha lasciato le proprie radici per cercarne altre altrove. Reinserirsi non è mai facile: “Refugee Hotel” è il reportage fotografico che Gabriele Stabile ha realizzato viaggiando nei vari stati dell’Unione, restituendo – in un suggestivo bianco e nero e kodachrome – ciò che succede dopo l’attraversamento di un confine. Varie nazionalità, diverse provenienze, molte storie. Che sono diventate anche una monografia, realizzata con la scrittrice Juliet Linderman (McSweeney’s, 2012)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *