Brasile: stereotipi e pregiudizi nei personaggi di colore dei fumetti

I personaggi di colore nei fumetti brasiliani risultano da anni vittime di pregiudizi e stereotipi. Questo fenomeno trova riscontro anche in un sondaggio condotto dal professor Nobuyoshi Chinen del Comic Observatory presso la USP, Scuola di Comunicazione e Arti dell’Università di São Paulo. La sua tesi di dottorato, dal titolo “Il ruolo dell’uomo di colore e l’uomo di colore su carta: rappresentazione e simbolismo dei discendenti africani nei fumetti brasiliani”, ha esaminato non solo la presenza dei personaggi di colore, ma anche il loro valore simbolico e visivo nei fumetti, aprendo la strada per un’analisi degli stereotipi e dei pregiudizi ancora presenti.
In questa intervista per Global Voices, il professor Nobuyoshi descrive le sue ricerche, la questione delle diversità regionali in Brasile e nei fumetti brasiliani, e la relazione tra rappresentazione virtuale e aspirazioni sociali.

Una pagina dal fumetto "Encruzilhada" ("Il bivio"). Artista: Marcelo D'Salete. Immagine usata con autorizzazione. Descrizione: un personaggio di colore è trattenuto per un interrogatorio da un agente di sicurezza di un supermercato, perché sospettato di aver rubato un'auto. Questa è una storia realmente accaduta e la Ford citata nel testo è di proprietà dell'uomo, ingiustamente trattenuto. Testi: (1) Cosa stai facendo? Perché eri dietro quella Ford? (2) Scommetto che hai almeno tre precedenti. (3) Davvero credi che stessi rubando l'auto? (4) Sei pazzo? Lasciami andare! Devo tornare a casa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.