29 Maggio 2024

“Political comics”, quando il fumetto è impegno apolide

Political Comics è la nuova pagina ufficiale del disegnatore Gianluca Costantini. Lo spazio è una sorta di hub personale in cui l’autore ha raccolto tutto il suo lavoro politico e sociale a partire dal 2004: le tavole sono numerosissime, e svariate sono anche le collaborazioni giornalistiche ed editoriali nonché con realtà di attivismo sociale (tra cui noi di Voci Globali), dato che i temi affrontati spesso non trovano spazio tra i media mainstream. Segnaliamo anche che gran parte del lavoro è stato realizzato in ottica non-profit; nel sito c’è una sezione di ebook che si possono scaricare gratuitamente. Tutti i contenuti sono su licenza Creative Commons 3.0 se utilizzati da associazioni e gruppi progressisti, non-profit, attivisti.

Il bello di Political Comics è che la pagina è costruita intorno a una googlemap mondiale che traccia l’appartenenza geografica di ogni tavola realizzata dall’autore: è stato divertente anche per noi esplorare in questo modo dieci anni di storie e di Storia dal mondo. Nel seguito pubblichiamo la nostra selezione – una tavola per ciascuna area in cui è suddivisa la mappa – senza un particolare criterio se non quello di un immediato innamoramento o perchè l’immagine si intrecciava con il filo delle nostre passioni. Invitiamo però il lettore a godere dell’ispirazione apolide di Gianluca Costantini visitando direttamente la sua pagina:
http://www.politicalcomics.info/

Italia - Quarantenne disoccupato (2009)
Africa, Camerun - Alice N'Kom (2012), appello contro l'omofobia
Americhe, Haiti - Jacques Roche (2005)
Asia, India - Amartya Sen (2006)
Europa - Occupy Frankfurt (2012)

Le ultime tavole, con riferimento al Medioriente, raccontano la storia di Zaher Rezai, ragazzo afgano che cercava rifugio in Italia e che ha perso la vita schiacciato sotto un Tir nel porto di Venezia a undici anni mentre cercava di eludere i controlli di frontiera. Difficile trovare una storia che rappresenti meglio di questa il diritto alla vita, la fuga dalle violazioni dei diritti umani, il dramma dei migranti e dei minori clandestini in particolare (cliccare sulle immagini per ingrandirle).

Medioriente, Afghanistan - 8km, la storia di Zaher (2008) - tavola 1
Medioriente, Afghanistan - 8km, la storia di Zaher (2008) - tavola 2
Medioriente, Afghanistan - 8km, la storia di Zaher (2008) - tavola 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *