Diritti umani e giornalismo partecipativo al Fermi di Bologna

Diritti umani e giornalismo partecipativo” è il titolo del corso tenuto al liceo Fermi di Bologna nell’ambito delle attività off line di Voci Globali. Attività come convegni, incontri pubblici, lezioni universitarie, che mirano a ampliare la conversazione e l’approfondimento delle tematiche trattate nel sito e stabilite nello Statuto dell’Associazione Voci Globali.

I ragazzi che stanno seguendo il corso sono studenti di quarte e quinte classi. Oltre a lezioni in aula è prevista la realizzazione di elaborati su tematiche scelte dagli stessi ragazzi sulla base degli argomenti che li hanno maggiormente interessati. Alcuni di loro, alla fine del corso, avranno anche la possibilità di scrivere sul nostro sito. Gli alunni sono coadiuvati dai loro professori, Elisabetta Pasquali e Massimo Mazzanti. L’editing a questi brevi saggi è stato davvero minimo, abbiamo preferito pubblicarli così come sono stati scritti proprio per dare l’esatta misura delle capacità di analisi, ricerca e scrittura dei ragazzi.

Nel primo articolo/saggio è stato affrontato il tema delle minoranze. A firmarlo sono Giovanni Gandolfi e Thi Hòa Evangelisti della 5^F, Elena Sofia Prati della 5^H e Ludovica Lelli della 4^F. Un tema a cui gli studenti si sono mostrati molto sensibili. Lo hanno approfondito non solo considerando le minoranze “storiche” –  come i popoli indigeni o la questione del Tibet ma si sono spinti a osservare e descrivere gli effetti dei cambiamenti climatici sulle minoranze o su popolazioni ai margini della società. Inoltre, hanno fatto ricerche sullo sfruttamento delle risorse naturali.

Infine una riflessione su quanto ogni singolo essere umano sia coinvolto e possa fare, anche solo informandosi su cosa accade nel mondo, per cambiare le cose.

Il secondo articolo/saggio si intitola Diritti umani: cosa sono, come nascono. Ci hanno lavorato Luca Marchesini e Caterina Giuliani della 5^ M e Emma Cavarocchi della 4^ T. Dalla definizione dei diritti umani sono poi passati a delinearne le origini, dal Codice di Ur al Cilindro di Ciro; dal Liber Paradisus alle Dichiarazioni americana e francese. Fino alla formulazione della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948.

I ragazzi hanno ricordato che non bisogna mai abbassare la guardia, perché i diritti umani non vanno solo scritti ma rispettati.

Tutti gli altri lavori li trovate nella categoria Citizen Journalism di questo sito.

Un pensiero riguardo “Diritti umani e giornalismo partecipativo al Fermi di Bologna

  • 19 dicembre 2012 in 16:27
    Permalink

    ma che bel liceo! incredibile l’attività che ruota attorno al corso di studi normale. E bravi i ragazzi, si pongono come cittadini del mondo con una consapevolezza non comune. Complimenti!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *