Covid, USA: Trump cerca consensi e in 22 mln chiedono sussidi

Con oltre 40.000 decessi e 755.000 contagi gli States sono il Paese più colpito in assoluto dalla pandemia pur rimanendo ancora lontani dal picco dei contagi. In risposta al plateale caos ai vertici, tante le iniziative di base per uscirne che cercano di colmare i vuoti delle amministrazioni. Ma la guerra culturale e politica in atto rischia di trascinarsi a lungo. E mentre il presidente fa campagna elettorale e lancia tweet al grido di “Liberate gli Stati”, milioni di cittadini chiedono il sostegno del fondo disoccupazione per andare avanti.

Leggi il seguito

Africa, emergenza perenne se mancano le libertà fondamentali

L’impressione – in questi giorni di pandemia – è che ci siano due Afriche: quella di cui fa parte una popolazione più o meno privilegiata – politici, classe medio alta, giovani istruiti e connessi alla Rete e un’altra, ampia, fascia di popolazione svantaggiata, vulnerabile. È quella popolazione che vive in slum e baraccopoli ai margini delle metropoli o anche a pochi passi da palazzoni, strade piene di negozi, aree di benessere insomma, e nelle aree rurali. Soprattutto per loro le libertà sono sospese e i diritti annullati. Se il dopo verrà delegato solo a ONG e alla cooperazione la speranza di autonomia degli africani sarà compromessa, ancora una volta.

Leggi il seguito

Covid-19, quando finirà potremmo avere paura di abbracciarci

Stiamo vivendo un periodo eccezionale, di incertezza, paura e limitazione della libertà. Siamo sicuri che torneremo tutti – e la società globale nel suo insieme – a vivere serenamente le nostre vite con la fine dell’epidemia? Al riguardo sorgono diversi dubbi e questo perché il coronavirus probabilmente sta già lasciando segni indelebili nella nostra psiche e nel modo di relazionarci con gli altri. Terminata l’epidemia, ci troveremo, forse, in un mondo cambiato. Ci saranno sfide nuove, che potrebbero però avere anche risvolti positivi.

Leggi il seguito