Quando la psicologia va a difendere i diritti dei bambini

L’esperienza di Psychologists for Human Rights a Gaza e altre zone di crisi con gli strumenti dell’arte, del gioco e della creatività “espressioni che permettono di pensare e anche di mettere mano a delle aree di sofferenza”, spiega a Voci Globali Guido Veronese. Le attività previste si sono però dovute fermare e sono state rinviate a causa delle terribile offensiva militare sul territorio. I bambini – soprattutto quelli dei campi profughi – ne fanno le spese, ma anche i genitori che partecipavano alle terapie familiari.

Leggi il seguito