Morire d’amianto, e la Rete comincia a mappare il fenomeno

Una giornata mondiale per ricordare i danni alla salute e all’ambiente. Ma il problema resta in gran parte irrisolto. Nel mondo sono registrato 100.000 decessi all’anno a causa dell’amianto: una persona ogni 5 minuti. Intanto nasce la prima piattaforma nazionale georeferenziata che raccoglie, tra l’altro, le denunce dei cittadini. E la tecnologia informatica usa anche Google Map per identificare gli abusi fuorilegge e pericolosi. Un modo per sostituire le lentezze dello Stato e l’implementazione del Piano nazionale amianto.

Leggi il seguito