26 Febbraio 2024

criminalizzazione dell’aborto

El Salvador, la lotta delle donne arrestate per aborto involontario

Nello Stato dell’America Centrale la legge vieta l’interruzione di gravidanza in tutti i casi, compresi l’incesto e l’aborto spontaneo, con condanne fino a 50 anni per omicidio. L’articolo affronta il tema citando le storie di alcune donne condannate ingiustamente a lunghe pene detentive e raccontando l’impegno di organizzazioni e gruppi di ex detenute – come Mujeres Libres – che offrono formazione e sostegno alle donne che si trovano in carcere, battendosi non solo per farle uscire di prigione ma anche per modificare la legge e favorire un cambiamento nella mentalità della società salvadoregna.

Leggi di più

Aborto e storytelling: prendere la parola per abbattere lo stigma

Stando alle statistiche ufficiali, ogni giorno nel mondo si verificano circa 125 mila interruzioni volontarie di gravidanza. Una procedura medica diffusissima, ma che è ancora ammantata da un velo di silenzio, vergogna, dolore. Ciò accade perché l’aborto porta con sé una forte stigmatizzazione, di cui le donne fanno esperienza sia nelle comunità in cui vivono che a livello inconscio. Come combattere questo stigma? Rompere il silenzio e raccontarsi sembra essere la soluzione, così come dimostrano le esperienze di Shout Your Abortion, We Testify e “IVG ho abortito e sto benissimo”.

Leggi di più

Aborto non sicuro, così il mondo calpesta i diritti delle donne

Ogni anno, secondo i dati dell’OMS, vengono praticati nel mondo 25 milioni di aborti “pericolosi”. Il fenomeno è dovuto, da un lato, alla presenza di normative statali che vietano tout court l’interruzione di gravidanza. Dall’altro, al modo in cui vengono applicate le leggi laddove lo stesso è libero e legale. Sul piano internazionale, la questione è stata inquadrata nel contesto dei diritti fondamentali delle donne. E sebbene non possa dirsi che esista, nell’ordinamento giuridico internazionale, un diritto all’aborto, la prassi degli organismi a tutela dei diritti umani sembra muoversi proprio in direzione del suo riconoscimento.

Leggi di più

Fondamentalismo cristiano USA finanzia estrema destra nell’UE

Un’analisi condotta da openDemocracy sui documenti finanziari di decine di organizzazioni cristiane statunitensi ha rilevato un preoccupante, e sconvolgente, flusso di denaro da questi movimenti verso i sempre più presenti partiti di estrema destra in Europa. Alcuni di questi gruppi hanno sostenuto campagne e leggi contro i diritti gay, l’aborto e altre questioni da loro considerate contro “i valori tradizionali”. Altri hanno legami con la Casa Bianca, con persone o società influenti a livello mondiale e sono intervenuti in altri Paesi in nome di quella che molti di loro considerano una “guerra culturale”.

Leggi di più

Africa, decriminalizzare l’aborto: dall’impegno all’azione

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, nel 2008 – anno delle ultime stime – in Africa sono decedute circa 29.000 ragazze e donne a causa di un aborto non sicuro; il 60% dei decessi avviene tra donne e ragazze di età inferiore ai 25 anni, e il 14% dei decessi per maternità nel continente sono connesse a procedure praticate in condizioni di scarsa sicurezza. In Africa, la criminalizzazione dell’interruzione di gravidanza e il diffuso pregiudizio hanno contribuito al numero elevato di decessi e di menomazioni derivate dall’aborto non sicuro.

Leggi di più