Bambini con il fucile, dall’Africa al resto del mondo

Birmania, Africa, ma anche altri angoli del mondo. Nell’azione scellerata di reclutare, rapire e costringere bambini ad imbracciare un fucile non si salva nessun continente. Il Governo del Paese del premio Nobel per la Pace, Aung San Suu Kyi, ha recentemente firmato un accordo per “rilasciare” i ragazzi assoldati anche dalla giunta militare.

Leggi il seguito