Libertà di parola, il sogno di un illustre economista cinese

Gli auspici per il 2015 dell’economista liberale Mao Yushi, espressi al forum sui “Desideri del nuovo anno” a Pechino. Mao ha riferito che l’aggressione più recente delle autorità cinesi sulla libera espressione è stato il tentativo di applicare un sistema di registrazione per il nome autentico su internet. Tali politiche accompagnano arresti di massa di intellettuali ritenuti dissidenti per i loro discorsi, “il che è totalmente inappropriato”, ha aggiunto.

Leggi il seguito

Così finisce la rivoluzione degli ombrelli a Hong Kong

È finita, almeno per ora. L’11 dicembre la polizia di Hong Kong, gli ufficiali giudiziari e gli operai edili hanno preso a sgomberare la tendopoli che si espande a macchia d’olio sulle maggiori strade attorno ai quartieri governativi di Hong Kong. Gli organizzatori hanno liberamente ammesso che i loro obiettivi erano distanti: se in termini di consapevolezza civile della politica sono stati ottenuti enormi progressi, poco però in termini di risultati concreti. I leader promettono tuttavia che la battaglia non è finita.

Leggi il seguito

Il sistema ‘Big intelligence’ è il ‘Grande fratello’ della Cina

Il regime cinese spia ogni cittadino della Cina, inclusi i funzionari di alto rango del Pcc, lo riporta Creaders.net, sito web cinese di notizie con sede a Vancouver. Il programma segreto, gestito dal Ministero della Pubblica Sicurezza del regime cinese, si chiama ‘Big intelligence’: in 12 minuti esamina l’intera popolazione di un miliardo e trecento milioni di cinesi, in quattro minuti controlla ogni persona della lista dei ricercati della Cina e impiega tre minuti e mezzo per il controllo della patente di guida di chiunque nel Paese.

Leggi il seguito

Hong Kong: “L’Occupy non finirà come nel 1989”

Zhou Fengsuo – ex leader degli studenti durante le proteste di Tiananmen del 1989 – ci crede: la spinta democratica a Hong Kong resisterà anche se i dimostranti verranno sgomberati dalle strade. Fengsuo è stato a Hong Kong per osservare, parlare alla folla e mostrare il suo sostegno alle manifestazioni pro-democrazia guidate dagli studenti.Una lunga intervista e analisi per comprendere i movimenti in azione. Con questo post, ripubblicato dall’originale di Larry Ong per Epoch Times, inauguriamo un accordo di condivisione di contenuti editoriali tra Voci Globali ed Epoch Times Italia.

Leggi il seguito