Lavoratori e immigrati in piazza, contro le bugie di Trump

Cresce la mobilitazione sul campo, da scioperi localizzati alla “Giornata senza immigrati” nella capitale, Washington DC. La vasta comunità latino-americana e le strutture occupazionali danno man forte alle proteste a livello nazionale. Pur se certe analisi segnalano la crescente somiglianza tra l’America Latina e gli Stati Uniti odierni, dove il populismo è il prodotto dell’ineguaglianza sociale, non mancano venti di ottimismo. E anche le testate mainstream iniziano a chiamare tali le bugie di Trump, ribadendo che “la verità è importante”.

Leggi il seguito

Si rafforza il movimento anti-Trump, ma il presidente lo ignora

Sarà possibile canalizzare l’energia dei milioni di persone scese in piazza lo scorso fine settimana in un movimento unitario d’opposizione? Ne discutono attivisti, media, esperti e tanti cittadini. E se è ancora presto per dare risposte (positive o meno), proseguono a tamburo battente le iniziative locali e i rilanci online onde fronteggiare i primi, controversi ‘ordini esecutivi’ firmati dal neo Presidente. Insieme a crescenti timori per possibili restrizioni in arrivo nel mondo dell’informazione e del digitale.

Leggi il seguito