Pregiudizi e falsi miti, chi migra verso l’Europa e perché

Sui giornali italiani non si parla mai dei Paesi d’origine di rifugiati e richiedenti asilo, né trova spazio l’analisi concreta di alcuni fenomeni che i populisti impiegano nella loro retorica anti-immigrati. I fatti, però, smentiscono alcuni dei principali luoghi comuni sull’immigrazione, dalle operazioni per il salvataggio dei migranti in mare al fatto che i migranti sarebbero vettori di malattie, oppure l’equazione tra terrorismo, Islam e migrazione insieme all’idea dell’ “invasione” islamica in Italia, fino al classico slogan “Aiutiamoli a casa loro”. Mentre recenti studi indicano come la legalizzazione dei permessi di soggiorno farebbe calare il tasso di criminalità. Rendere l’Europa un luogo poco ospitale per lo straniero non solo non fermerà la migrazione, ma rischia di minare la stabilità sociale europea.

Leggi il seguito

Guinea Bissau, il cambiamento in un reportage multimediale

Quindici storie emblematiche mostrano un lato diverso di un Paese noto soprattutto per le crisi politiche, il narcotraffico e l’estrema povertà, con l’intento di dare voce a donne e uomini che si impegnano per rendere possibile un futuro migliore. Il reportage multimediale a cura di giornalisti italiani, in collaborazione con Engim e premiato da Devreporter, prende nome dalla parola “Guinendadi”, termine creolo capace di dar voce a sentimenti di amore per la patria, giustizia, condivisione, impegno politico e sociale.

Leggi il seguito

Un giro del mondo ‘alternativo’ per svelare lotte e diritti negati

Pubblichiamo l’esperienza di Daniela Biocca e Stefano Battain. Daniela e Stefano sono i protagonisti di un viaggio in oltre 20 paesi nei 5 continenti. Un giro del mondo in 266 giorni, per dare forma al progetto ALTERRATIVE, fusione delle parole “Terra” e “Alternative”. Lo scopo è incontrare associazioni, piccole organizzazioni e cooperative impegnate a promuovere la sovranità alimentare e i diritti delle donne, ma anche e soprattutto vedere con i propri occhi, comprendere meglio e documentare la realtà di chi lotta per un mondo alternativo e diverso dal basso.

Leggi il seguito

Programmi di sviluppo, se ci si aiuta con le proprie forze

Il cambiamento – e la speranza nel cambiamento – non può mai venire dall’esterno, e noi di Voci Globali siamo critici sul ruolo delle ONG e dei vari organismi della comunità internazionale che propongono ricette per i Paesi in via di sviluppo. Alcune volte però non si può che sottolineare il ruolo positivo e il contributo delle ONG locali: il caso di un piccolo ma significativo progetto di Ashanti Development e Mama Ye in Ghana.

Leggi il seguito

Gli aiuti cinesi all’Africa: luci e ombre di un modello di sviluppo

La tesi “Il Ciclo dello Sviluppo nella Cooperazione della Cina in Africa” mette in luce come nelle relazioni sino-africane nel campo degli aiuti allo sviluppo è giunto il momento in cui gli Stati africani chiariscano a se stessi cosa esattamente vogliono dalla Cina.

Leggi il seguito

Volontari in Palestina: che cosa ci faccio io qui?

In questo articolo, tradotto da openDemocracy, l’esperienza di un volontario aiuta a riflettere sul ruolo delle ONG e organizzazioni similari. E sull’importanza, da parte dei volontari e dei cooperanti, di non farsi portatori di ideali per tentare cambiare la mentalità dei beneficiari dei progetti, che non devono essere di natura morale.

Leggi il seguito

Turismo responsabile con le donne, per le donne

Il mercato del lavoro femminile in Italia appare ancora piuttosto immobile e intrappolato in una rete di stereotipi e suddivisioni arcaici. Gender Responsible Tourism nasce dall’esperienza della sua fondatrice nel turismo responsabile e dal desiderio di offrire un punto di incontro e un riferimento utile per le donne usando il turismo come mezzo.

Leggi il seguito