India, nazionalismo e discriminazione di casta nelle Università

Nel 2016 la politica indiana è stata caratterizzata da un aumento delle proteste studentesche e le principali Università del Paese sono diventate terreno di scontro politico. Il partito nazionalista al potere ha permesso agli attivisti indù di acquisire il controllo dei movimenti politici studenteschi. E l’etichetta ‘anti-nazionale’ è stata usata per frenare gli studenti più preparati politicamente che hanno cercato di confrontarsi pubblicamente sulle questioni sensibili per l’attuale governo di Delhi. Intenso il dibattito ma pochi progressi dopo il suicidio di uno studente dalit che svela complicità tra docenti, polizia e governanti.

Leggi il seguito

Afghanistan, il mercato fiorente di oppio ed eroina

“Perché ci riguarda ciò che accade così lontano in una terra da decenni martoriata da guerre come quella afgana? Leggi, ascolti, ti indigni, va bene, ma tutto ciò ha una ricaduta concreta su di noi: il ritorno dell’eroina”. Secondo Enrico Piovesana, giornalista e autore del libro ‘Afghanistan 2001-2016: la nuova guerra dell’oppio’ presentato il 16 aprile a Bologna, nonostante quindici anni di presenza militare internazionale il narcotraffico è più forte che mai, le autorità occidentali non hanno agito se non in casi isolati per contrastare queste attività criminose, e il traffico continua a mietere troppe vittime in Europa, soprattutto tra gli adolescenti.

Leggi il seguito

Free Music Archive, alta qualità per un patrimonio di tutti

Tanti artisti vivono con il grande desiderio di suonare e cantare la propria musica. Da una decina d’anni esistono organizzazioni non-profit che permettono ai musicisti di esprimersi attraverso piattaforme di settore. Anche con una strumentazione minima si possono ottenere grandi risultati: un punto di partenza per costruire la propria carriera. Tra le più longeve c’è Free Music Archive: nostra intervista alla direttrice Cheyenne Hohman, che ci parla dell’organizzazione dell’archivio e del sistema giuridico delle licenze Creative Commons per la cultura libera.

Leggi il seguito

Città rifugio, per un decentramento del sistema accoglienza

Il diritto di asilo e la protezione delle persone perseguitate hanno una tradizione antica. Nel corso della storia i templi e le città hanno rappresentato luoghi di protezione. Tale tradizione è iniziata con l’elenco delle sei “città rifugio” del codice sacerdotale e del libro del Deuteronomio del Vecchio Testamento, nonché attraverso i rituali di supplica vigenti nell’Antica Grecia. Si fa quindi appello a sindaci e consiglieri locali delle città europee di partecipare alle iniziative per accogliere i nuovi supplici, e di contribuire a creare una rete di “Città di Asilo internazionali”.

Leggi il seguito

L’emigrazione che cambia il volto delle città. Nonostante tutto

Dopo l’accordo stretto il 18 marzo a Bruxelles dai leader dei 28 Stati dell’Ue e dal primo ministro turco Ahmet Davutoğlu – e fortemente caldeggiato dalla Germania – per molti migranti “illegali” è iniziato l’incubo. In questo scenario di fondo  un’approfondita riflessione viene suggerita dall’ultimo report a cura dell’International Organization for Migration che ha per tema “Migranti e città: nuove partnership per gestire la mobilità” e disegna lo scenario del futuro a fronte di una mobilità, soprattutto urbana, in forte crescita. In che modo migrazioni e migranti stanno trasformando le città?  Come incide la vita dei migranti su organizzazioni e regole di un nucleo urbano?

Leggi il seguito

L’Africa è pronta, il prossimo Einstein sarà qui

La ricerca ‘Made in Africa’ sta facendo passi da gigante e da qualche anno ha una serie di vetrine per farsi conoscere dal mondo. Si è da poco concluso a Dakar il primo Next Einstein Forum. Obiettivo: portare fuori dall’ombra i giovani scienziati africani. Circa 1.000 i partecipanti, di cui il 50% con un’età al di sotto dei 42 anni. Il prossimo giugno, invece, è in programma a Gaborone, capitale del Botswana, l’Innovation Prize for Africa, arrivato alla sua quinta edizione. Un vero evento pan-africano catalizzatore di idee che mirano a dare contributi concreti allo sviluppo del continente. Contributi africani. Finora l’IPA ha attratto 6.000 innovatori provenienti da 50 Paesi del continente.

Leggi il seguito

Donald Trump, definizione vivente dell’autentico populista

Sembra essere sbucato dal nulla; è estremista e irascibile, e fa uso di una retorica piena di rabbia e di un messaggio ambiguo e quasi incomprensibile. Le sue posizioni politiche non si allineano a quelle del partito che afferma di rappresentare, e al momento domina il discorso e processo politico. Stiamo parlando, ovviamente, di Donald Trump. Ma di che tipo di politico si tratta? E perchè la risposta a questa domanda dovrebbe essere importante? Per alcuni, Trump è l’esempio più autentico di una leadership populista ribelle che appartiene totalmente a una lunga tradizione negli States, che sta rinascendo.

Leggi il seguito

Marijuana, in Africa la sostanza stupefacente dei poveri

UNGASS 2016, meeting di tre giorni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che si terrà nel mese di aprile, è l’evento più atteso nella storia delle Convenzioni internazionali in materia di sistemi di controllo delle sostanze stupefacenti, soprattutto perché ha attirato il forte interesse della società civile. Per la prima volta, sembra che un enorme numero di persone si sia coalizzato per promuovere un cambiamento radicale dell’attuale approccio repressivo alle droghe, cosicché saranno affrontati maggiormente i problemi della salute pubblica rispetto agli aspetti sanzionatori. Un focus sulla situazione in Africa Occidentale.

Leggi il seguito

PA, i giochetti del Governo e la Missione Trasparenza

Dopo aver promesso l’accesso totale ai dati della Pubblica Amministrazione, il governo ha finalmente presentato la bozza di legge. Ma, nonostante petizioni come quella promossa dalla comunità Riparte il futuro per la revisione del decreto e proposte operative come quella, articolata, di Foia4Italy, il testo presentato, sebbene preliminare, non pare rappresentare una seria riforma sull’accesso dei dati raccolti dallo Stato. Nostra intervista a Claudio Cesarano dell’associazione Diritto di Sapere, creata per l’espansione del diritto umano di accesso all’informazione, e promotrice del citato progetto Foia4Italy.

Leggi il seguito
Pagina 10 di 44« Prima...89101112...203040...Ultima »